[14/03/2017]Flessibile ed efficace

Utilizzabile in pre emergenza o in post precoce del mais, Mojang TX di Fmc contiene petoxamide e terbutilazina, attive sulle principali infestanti graminacee e dicotiledoni

Controllare le malerbe del mais ha fondamentalmente tre finestre applicative differenti, ovvero il pre-emergenza, il post-emergenza precoce e il post-emergenza tradizionale.

Ognuno dei tre approcci ha i suoi pro e contro, ma poter contare sull’applicabilità in due dei tre significa avere una marcia in più dal punto di vista della flessibilità impiego. Non sempre le condizioni di campo, meteo incluso, consentono infatti di pianificare a tavolino il giorno di intervento, quindi avere due diverse frecce all’arco risulta sicuramente un’opzione utile.
 
Proprio in tal senso Fmc propone Mojan TX a base di pethoxamide e terbutilazina, contenute in ragione rispettivamente di 300 e 188 grammi per litro formulate come suspoemulzione. Queste formulazioni sono molto stabili e risultano più efficaci e selettive verso la coltura rispetto ad altre formulazioni liquide. Altro loro punto di forza è il sincronismo di rilascio delle sostanze attive in caso di miscela, come appunto avviene con Mojang TX, realizzato come sospensione concentrata in miscela con una sospensione di microcapsule contenenti le sostanze attive stesse.
 
L'azione sinergica tra pethoxamide e terbutilazina permette di controllare graminacee quali Giavone, Sanguinella, Setaria e Fienarola, mentre tra le dicotiledoni Mojang TX controlla le infestanti chiave, ovvero Farinello, Amaranto e poligonacee, offrendo comunque un buon grado di controllo anche su Galinsoga, Geranio, Camomilla, Mercorella, Papavero, Piantaggine, Portulaca, Rafano, Erba morella, Centocchio, Forbicina comune e Stramonio.
 

Flessibile nell'uso

Mojang TX può essere applicato in pre-emergenza della coltura oppure in post-emergenza precoce, quando il mais è nella fase tra una e quattro foglie. In tal caso si possono guadagnare alcuni giorni di protezione per la coltura, accompagnandola al meglio fino alle applicazioni di post-emergenza, rendendole talvolta addirittura non necessarie. 
 
Il prodotto va dosato in ragione di tre litri per ettaro, scendendo a due e mezzo in condizioni di terreni particolarmente sciolti oppure si debbano aggiungere altri partner alla miscela erbicida. Il prodotto risulta infatti compatibile con altri formulati in commercio, come per esempio quelli contenenti clomazone o isossaflutolo, entrambi utili nelle applicazioni su mais per il controllo di un ampio spettro di infestanti, permettendo il controllo soprattutto del Cencio molle.
Powered by Image Line®