RUFAST ADVANCE su Vite (in pieno campo)

Colture Parassiti
Dose
Note
Intervallo di sicurezza
Vite (difesa - ambito d'impiego: in pieno campo
- modo di coltivazione: produzione)
Acariosi della Vite (Calepitrimerus vitis) Dose su ettolitro:175-250 ml/hl Trattare alla dose indicata senza superare la dose massima di 2,5 l/ha, alla comparsa delle prime forme mobili. Effettuare un solo trattamento per anno, dalle infiorescenze visibili all’invaiatura. Attuare una adeguata rotazione con prodotti acaricidi ed insetticidi efficaci. Non trattare quando le condizioni del tempo favoriscono la deriva dalle zone trattate. Dato il rischio intrinseco di sviluppo di resistenza a qualsiasi prodotto antiparassitario da parte dei parassiti, si raccomanda di usare il prodotto secondo un programma adeguato di prevenzione delle resistenze, che comprenda l’impiego di prodotti con diverse modalità d’azione. non necessario
Ragnetto giallo della Vite (Eotetranychus carpini)
Tignola della Vite (Eupoecilia ambiguella) Trattare alla dose indicata senza superare la dose massima di 2,5 l/ha, intervenendo a partire dall’inizio dell’ovodeposizione. Effettuare un solo trattamento per anno, dalle infiorescenze visibili all’invaiatura. Attuare una adeguata rotazione con prodotti acaricidi ed insetticidi efficaci. Non trattare quando le condizioni del tempo favoriscono la deriva dalle zone trattate. Dato il rischio intrinseco di sviluppo di resistenza a qualsiasi prodotto antiparassitario da parte dei parassiti, si raccomanda di usare il prodotto secondo un programma adeguato di prevenzione delle resistenze, che comprenda l’impiego di prodotti con diverse modalità d’azione.
Frankliniella (Frankliniella occidentalis) Trattare alla dose indicata senza superare la dose massima di 2,5 l/ha. Effettuare un solo trattamento per anno, dalle infiorescenze visibili all’invaiatura. Attuare una adeguata rotazione con prodotti acaricidi ed insetticidi efficaci. Non trattare quando le condizioni del tempo favoriscono la deriva dalle zone trattate. Dato il rischio intrinseco di sviluppo di resistenza a qualsiasi prodotto antiparassitario da parte dei parassiti, si raccomanda di usare il prodotto secondo un programma adeguato di prevenzione delle resistenze, che comprenda l’impiego di prodotti con diverse modalità d’azione.
Tignoletta della Vite (Lobesia botrana) Trattare alla dose indicata senza superare la dose massima di 2,5 l/ha, intervenendo a partire dall’inizio dell’ovodeposizione. Effettuare un solo trattamento per anno, dalle infiorescenze visibili all’invaiatura. Attuare una adeguata rotazione con prodotti acaricidi ed insetticidi efficaci. Non trattare quando le condizioni del tempo favoriscono la deriva dalle zone trattate. Dato il rischio intrinseco di sviluppo di resistenza a qualsiasi prodotto antiparassitario da parte dei parassiti, si raccomanda di usare il prodotto secondo un programma adeguato di prevenzione delle resistenze, che comprenda l’impiego di prodotti con diverse modalità d’azione.
Ragnetto rosso dei Fruttiferi (Panonychus ulmi) Trattare alla dose indicata senza superare la dose massima di 2,5 l/ha, alla comparsa delle prime forme mobili. Effettuare un solo trattamento per anno, dalle infiorescenze visibili all’invaiatura. Attuare una adeguata rotazione con prodotti acaricidi ed insetticidi efficaci. Non trattare quando le condizioni del tempo favoriscono la deriva dalle zone trattate. Dato il rischio intrinseco di sviluppo di resistenza a qualsiasi prodotto antiparassitario da parte dei parassiti, si raccomanda di usare il prodotto secondo un programma adeguato di prevenzione delle resistenze, che comprenda l’impiego di prodotti con diverse modalità d’azione.
Ragno rosso bimaculato (Tetranychus urticae)
Powered by Image Line®