CORAGEN su Vite per uva da tavola (in serra)

Colture Parassiti
Dose
Note
Intervallo di sicurezza
Vite per uva da tavola (difesa - ambito d'impiego: in serra
- modo di coltivazione: produzione)
Eulia (Argyrotaenia pulchellana) Dose su ettaro:150-216 ml/Ha
Dose su ettolitro:15-18 ml/hl
Il numero massimo di applicazioni consentite è di 2 per anno. Effettuare le applicazioni ad un intervallo di 10-14 giorni intervenendo in fase di ovideposizione prima della schiusura delle uova utilizzando la dose più alta in caso di forte pressione o infestazione prevalente di E. ambiguella. Indipendentemente dai volumi di acqua e dalle attrezzature di distribuzione impiegate, si raccomanda di rispettare la dose di prodotto ad ettaro (minima e massima) indicata. Prevenzione e gestione della resistenza: è un prodotto a base di chlorantraniliprole ed appartiene al Gruppo 28 (RRM = modulatore dei recettori rianodinici) secondo la classificazione IRAC (Insecticides Resistance Action Committee). Applicare i prodotti appartenenti al Gruppo 28 evitando di trattare generazioni consecutive dei parassiti bersaglio (approccio per finestra di impiego). Tra due finestre di impiego consecutive, alternare i trattamenti (singoli o a blocchi) con altri prodotti efficaci appartenenti a gruppi IRAC diversi, unitamente all'impiego di mezzi di controllo agronomici e biologici. Per colture a ciclo breve (minore di 50 giorni), s'intende come finestra di impiego la durata del ciclo della coltura. Per una corretta difesa insetticida si raccomanda di seguire sempre le linee guida IRAC specifiche per colture e parassiti. Si consiglia di non effettuare il trattamento in caso di pioggia imminente. 14 gg
Tignola rigata (Cryptoblabes gnidiella (Tignola rigata))
Tignola della Vite (Eupoecilia ambiguella)
Tignoletta della Vite (Lobesia botrana)
Minatrice americana della Vite (Phyllocnistis vitegenella)
Coleottero giapponese (Popillia japonica) Il numero massimo di applicazioni consentite è di 2 per anno. Effettuare le applicazioni ad un intervallo di 10-14 giorni intervenendo alla comparsa degli adulti, in corrispondenza dell'inizio della loro attività trofica. Indipendentemente dai volumi di acqua e dalle attrezzature di distribuzione impiegate, si raccomanda di rispettare la dose di prodotto ad ettaro (minima e massima) indicata. Prevenzione e gestione della resistenza: è un prodotto a base di chlorantraniliprole ed appartiene al Gruppo 28 (RRM = modulatore dei recettori rianodinici) secondo la classificazione IRAC (Insecticides Resistance Action Committee). Applicare i prodotti appartenenti al Gruppo 28 evitando di trattare generazioni consecutive dei parassiti bersaglio (approccio per finestra di impiego). Tra due finestre di impiego consecutive, alternare i trattamenti (singoli o a blocchi) con altri prodotti efficaci appartenenti a gruppi IRAC diversi, unitamente all'impiego di mezzi di controllo agronomici e biologici. Per colture a ciclo breve (minore di 50 giorni), s'intende come finestra di impiego la durata del ciclo della coltura. Per una corretta difesa insetticida si raccomanda di seguire sempre le linee guida IRAC specifiche per colture e parassiti. Si consiglia di non effettuare il trattamento in caso di pioggia imminente.
Powered by Image Line®