STEWARD su Vite per uva da vino (in pieno campo)

Colture Parassiti
Dose
Note
Intervallo di sicurezza
Vite per uva da vino (difesa - ambito d'impiego: in pieno campo
- modo di coltivazione: produzione)
Eulia (Argyrotaenia pulchellana) Dose su ettolitro:15 g/hl Utilizzare la dose indicata intervenendo su ogni generazione ad inizio schiusura uova. Ripetere l'applicazione dopo 10 giorni in caso di volo prolungato. Allo scopo di evitare la comparsa di fenomeni di resistenza è consigliabile alternare prodotti aventi differente meccanismo d’azione. Si consiglia di non effettuare il trattamento in caso di pioggia imminente. Effettuare al massimo 3 applicazioni per anno. 7 gg
Cicalina della Vite (Empoasca vitis) Dose su ettaro:150-180 g/Ha - Dose su ettolitro:15 g/hl Dose su ettaro:150-180 g/Ha
Dose su ettolitro:15 g/hl
I trattamenti in seconda generazione per il controllo delle tignole con il prodotto, controllano efficacemente anche questo fitofago. Allo scopo di evitare la comparsa di fenomeni di resistenza è consigliabile alternare prodotti aventi differente meccanismo d’azione. Si consiglia di non effettuare il trattamento in caso di pioggia imminente. Effettuare massimo 3 applicazioni per anno.
Tignola della Vite (Eupoecilia ambiguella) Dose su ettaro:150-180 g/Ha - Dose su ettolitro:15 g/hl Dose su ettaro:150-180 g/Ha
Dose su ettolitro:15 g/hl
Contro la prima generazione usare la dose di 15 g/hl in 10 e 12 hl/Ha di acqua intervenendo con un primo trattamento in pre-fioritura alla comparsa delle prime larvette. Contro la seconda/terza generazione utilizzare 15 g/hl effettuando 1 o 2 applicazioni in funzione del grado di infestazione o della contemporanea presenza di entrambi i fitofagi. L'intervento unico va effettuato tra la fase di ovideposizione (3-7 giorni dopo l'inizio delle catture) e lo stadio di sviluppo embrionale detto di testa nera. In caso di doppia applicazione effettuare la prima durante la fase di ovideposizione e la seconda 8-10 giorni dopo. Allo scopo di evitare la comparsa di fenomeni di resistenza è consigliabile alternare prodotti aventi differente meccanismo d’azione. Si consiglia di non effettuare il trattamento in caso di pioggia imminente. Effettuare massimo 3 applicazioni per anno.
Tignoletta della Vite (Lobesia botrana) Dose su ettaro:150-180 g/Ha - Dose su ettolitro:15 g/hl
Metcalfa pruinosa (Metcalfa pruinosa) Dose su ettaro:150-180 g/Ha - Dose su ettolitro:15 g/hl I trattamenti in seconda generazione per il controllo delle tignole con il prodotto, controllano efficacemente anche questo fitofago. Allo scopo di evitare la comparsa di fenomeni di resistenza è consigliabile alternare prodotti aventi differente meccanismo d’azione. Si consiglia di non effettuare il trattamento in caso di pioggia imminente. Effettuare massimo 3 applicazioni per anno.
Nottua della Vite (Noctua fimbriata) (Noctua fimbriata) Dose su ettolitro:15 g/hl Utilizzare la dose indicata con volumi d'acqua di 10 hl/Ha, effettuando il trattamento nella fase del germogliamento alla comparsa delle prime larve. Su colture in produzione e con volumi di acqua inferiori o uguali a 10 hl/Ha, applicare comunque una dose minima di prodotto corrispondente a 125 g/Ha. Allo scopo di evitare la comparsa di fenomeni di resistenza è consigliabile alternare prodotti aventi differente meccanismo d’azione. Si consiglia di non effettuare il trattamento in caso di pioggia imminente. Effettuare al massimo 3 applicazioni per anno.
Nottua fogliare o nottua pronuba (Noctua pronuba) Dose su ettolitro:15 g/hl Utilizzare la dose indicata con volumi d'acqua di 10 hl/Ha, effettuando il trattamento nella fase del germogliamento alla comparsa delle prime larve. Su colture in produzione e con volumi di acqua inferiori o uguali a 10 hl/Ha, applicare comunque una dose minima di prodotto corrispondente a 125 g/Ha. Allo scopo di evitare la comparsa di fenomeni di resistenza è consigliabile alternare prodotti aventi differente meccanismo d’azione. Si consiglia di non effettuare il trattamento in caso di pioggia imminente. Effettuare al massimo 3 applicazioni per anno.
Cicadella della flavescenza dorata (Scaphoideus titanus) Dose su ettaro:150-180 g/Ha - Dose su ettolitro:15 g/hl I trattamenti in seconda generazione per il controllo delle tignole con il prodotto, controllano efficacemente anche questo fitofago. Allo scopo di evitare la comparsa di fenomeni di resistenza è consigliabile alternare prodotti aventi differente meccanismo d’azione. Si consiglia di non effettuare il trattamento in caso di pioggia imminente. Effettuare massimo 3 applicazioni per anno.
Powered by Image Line®